La città che siamo diventati
0 1
Materiale linguistico moderno

Jemisin, N. K.

La città che siamo diventati

Abstract: Manhattan: uno studente si accorge di non ricordare chi è, da dove viene e persino come si chiama. Riesce però a sentire il cuore pulsante della città. Bronx: la direttrice di una galleria d'arte scopre strani graffiti sparsi per la città, così belli e intensi che sembrano parlarle. Brooklyn: una madre single capisce di poter udire il canto della città, che segue il ritmo dei suoi tacchi Louboutin. La città è viva, e sta chiamando.


Titolo e contributi: La città che siamo diventati / N. K. Jemisin ; traduzione di Alba Mantovani

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2022

Descrizione fisica: 463 p. : ill. ; 23 cm

ISBN: 9788804744184

Data:2022

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore) (Traduttore)

Classi: 813.6 NARRATIVA AMERICANA IN LINGUA INGLESE, 2000- (23)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2022
Testi (105)
  • Genere: fiction

Sono presenti 1 copie, di cui 1 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Grosseto Comunale Chelliana FSY JEMN cit 5-129463 In prestito 27/12/2022
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Secondo la mia modesta opinione non si tratta assolutamente di fantasy ma di fantascienza: invasori tentacolari da un altro universo (in questa ottica anche Alien è un fantasy?) Comunque un libro leggibile, a tratti piacevole, originale, ma troppo legato al territorio di NewYork per i miei gusti: non essendoci mai stata non ho capito i due terzi delle ambientazioni o delle caratterizzazioni dei personaggi, o delle finezze relative agli abitanti dei vari distretti, o addirittura le differenze di cibo o negozi o musica tra le varie parti della città. Scrittura spigolosa, in alcune parti brutale.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.