Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Editore 01 Distribution
× Nomi Sher, Stacey
× Data 2011
× Lingue Francese
Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Angeletti, Pio

Trovati 2 documenti.

Scemo di guerra
0 0
Videoregistrazioni: DVD

Scemo di guerra / regia Dino Risi ; sceneggiatura Age, Furio Scarpelli, Dino Risi ... [et al.] ; tratto dall'opera letteraria "Il deserto della Libia" di Mario Tobino ; fotografia Giorgio Di Battista ; musiche Guido De Angelis, Maurizio De Angelis ; produzione Pio Angeletti, Adriano De Micheli ; [cast] Beppe Grillo, Coluche, Fabio Testi ... [et al.]

[Italia] : Rai Cinema : 01 Distribution, 2016

Abstract: Oasi di Sorman (Libia), 1941. Il Sottotenente Marcello Lupi, ufficiale medico, viene assegnato ad una sezione sanitaria installata vicino all'Oasi e comandata dal Maggiore Beluschi, il quale ad altro non aspira che ad essere trasferito in patria. Là Lupi conosce il Capitano Oscar Pilli e, in quanto sta specializzandosi in psichiatria, resta subito colpito dalla personalità psicopatica di quell'uomo puerile ed arrogante, vulnerabile e contraddittorio, irriso ed isolato tra gli stessi militari. Lupi intuisce che il disturbo di Pilli ha ragioni profonde (rimasto solo al mondo continua a scrivere lettere all'adorata madre, che è defunta) e che egli costituisce un pericolo per sé e per tutti gli altri. Il Maggiore Beluschi non ha il minimo interesse a che Oscar Pilli sia rimosso (perché è Pilli che, essendo il più alto in grado, dovrà assumere il comando quando lui, come spera, se ne andrà). E, infatti, partito Beluschi, lo strampalato ufficiale diventa il capo dell'unità sanitaria...

I nuovi mostri
0 0
Videoregistrazioni: DVD

I nuovi mostri / regia Mario Monicelli, Dino Risi, Ettore Scola ; sceneggiatura di Age, Scarpelli, Zapponi, Maccari ; prodotto da Pio Angeletti, Adriano De Micheli ; con Vittorio Gassman, Ornella Muti, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi

[Roma] : 01 Distribution, ℗2016

Abstract: Attraverso quattordici brevi episodi, scorrono altrettante situazioni tra il comico e il tragico in cui emergono i vizi eterni dell'italiano medio, alle prese con la violenza di fine anni Settanta.