Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Le esotiche scorribande degli storici curiosi - Jodi Taylor

Che peccato: un'accozzaglia di episodi non legati fra loro, non c'è una trama uniforme e i vari personaggi perdono la personalità e il pathos che ci avevano conquistato nel primo. Anche i buoni iniziano ad uccidere, deludendo quindi su tutta la linea. Infine mi ha annoiato a morte la storia di Maria Stuarda, forse perché è una parte di Storia non particolarmente sentita qui in Italia.Deludente.

A neve ferma - Stefania Bertola

Una velata presa in giro dei premiati concorsi di cucina, e in generale del mondo dei masterchef che si prendono troppo sul serio. Forse troppi personaggi, non si riesce a stargli dietro, però piacevole, spumeggiante e pazzo.

La confraternita degli storici curiosi - Jodi Taylor

Un romanzo incredibile: una protagonista spassosissima, pieno di amore per la storia, humour inglese che ti fa piegare in 2 ("... un silenzio...che si sarebbe sentito starnutire un lombrico") un pizzico di romanticismo, e perché no, anche di sesso, e una combriccola di personaggi fuori di testa che scorrazza nel tempo (mi ricorda vagamente la serie televisiva americana Legend of tomorrow, in effetti il cattivo é lo stesso, e ci sono altre similitudini evidenti, ma ovviamente il risultato del libro è 1000 volte superiore ai telefilm ad esso ispirati)

Nel segno della pecora - Haruki Murakami

Finito... un po' lento all'inizio ma poi ti prende alla grande. Comunque Junitaki è Macondo. Ci metterei la mano sul fuoco. Non a caso Murakami ribadisce spesso che Marquez è tra le sue fonti di ispirazione principali. Mi chiedo se qualche critico letterario se ne sia accorto...

R: Il rilegatore - Bridget Collins

Molto suggestiva l'idea di fondo. Mi ha però "irritato" non capire l'ambientazione del romanzo (fino a metà pensavo medioevo, poi ho ipotizzato 1800 poi primi del novecento, infine mi sono rassegnata al mondo parallelo). La prima metà é mooolto mooooolto lenta e decisamente noiosa, ho resistito per miracolo; dalla metà in poi con la genesi della storia d'amore il tutto inizia a catturarti, prende davvero vita e il personaggio principale diventa interessante. Bei passaggi con immagini suggestive come piacciono a me:"la primavera si allargò nell'estate come un fiume che si trasforma da un ruscello limpido a un lento nastro verde" mi hanno fatto apprezzare la lettura forse più della storia in se...che rimane un rosa(genere per cui non impazzisco), anche se ambientato in uno strano mondo parallelo.

Ragione & sentimento - Stefania Bertola

Finalmente un libro spiritoso italiano, assomiglia leggermente alle commedie divertenti della Kinsella (forse traducendo i suoi libri l'autrice ha assimilato qualcosa) ma le 4 protagoniste sono più vere e più italiane, l'autrice che fa capolino ogni tanto é una chicca e l'umorismo insuperabile(Il brano sulla cerbiattitudine mi ha fatto ridere per 20 minuti e non me lo scorderò finché campo). Scontro Bertola-Kinsella 4-1

La famiglia prima di tutto! - Sophie Kinsella

I libri della Kinsella seguono uno schema fisso che (purtroppo) non lascia sorprese, ma é il suo marchio e forse il suo forte, per cui anche in questo libro troviamo humor, molti sorrisi, un tocco di romanticismo e alcune ore spensierate di lettura con una protagonista simpatica e stramba ( come tutte le sue protagoniste)

I testamenti - Margaret Atwood

Un seguito stranamente all'altezza del primo capitolo (raramente succede). Le storie di 3 protagoniste si intrecciano con maestria in uno strano mondo che impariamo a conoscere e temere sempre più a fondo. Bel finale, strappalacrime e forse scontato, ma ci voleva.

Solo Flora - Stefania Bertola

Un racconto più che un romanzo, carinissimo per adolescenti: un po' di amore, un po' di magia, qualche vampiro... e la pianura padana, strano mix ma riuscitissimo. Protagonista tosta.

Kentuki - Samanta Schweblin

Incredibile, inquetante, non si riesce a smettere di leggerlo... la letteratura fantastica migliore viene ancora dal Sud America... anche se questa storia non è così fantastica/fantascientifica in fondo, ma anzi terribilmente plausibile e forse per certi versi già vera. Un libro da non perdere

La ferocia - Nicola Lagioia

Un romanzo che lascia decisamente il segno. Complessa la trama, ma avvincente lo svolgimento. Ho apprezzato anche se solitamente mi tengo ben lontana dal genere noir. Ma non è un vero e proprio noir, e comunque la scrittura è superba. Da leggere

Il racconto dell'ancella - Margaret Atwood

Bellissimo modo di raccontare. La trama è essenziale, succede ben poco, non é certo un libro di avventura o di fantascienza classica, ma l'autrice ha una grazia eccezionale nel descrivere le piccole cose, Ie emozioni e ció che spesso diamo scontato e non apprezziamo a sufficienza nella nostra vita.

Niente è come te - Sara Rattaro

Commovente storia sulla sottrazione di minori da parte di uno dei genitori, bello che non sia tirata in ballo la religione (come ultimamente va di moda) ma solo il diritto dei figli ad avere l'amore di 2 genitori.

L'ubicazione del bene - Giorgio Falco

Una capacità narrativa che ti tiene incollato alle pagine. Peccato che sono racconti (anche se ben connessi tra loro a creare un soffocante affresco). Ogni racconto di poche pagine avrebbe le potenzialità per diventare un romanzo a sé stante. Incredibile il modo in cui l'autore riesce a inquadrare perfettamente la psicologia dei personaggi in così poco spazio. Veramente consigliato per guardare allo specchio l'anossia del nostro mondo attuale

Honeymoon - Banana Yoshimoto

Le descrizioni sono molto carine e molto "giapponesi". Il libro ha un andamento fresco, leggero, tranquillo: non ci si stupisce che tanta cultura new age anni novanta abbia osannato tanto questa scrittrice. La vicenda che viene intavolata basterebbe a riempire un librone, ma viene trattata in modo piuttosto frettoloso (il libro si legge tranquillamente in un giorno o due). Passabile ma nulla di epocale