Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Green new deal - Jeremy Rifkin

Molto difficile da leggere perché non si tratta di un testo divulgativo ma molto tecnico, per gli addetti ai lavori, pieno di dati, numeri, citazioni e una forte bibliografia delle fonti delle informazioni. Comunque una ventata di ottimismo per il futuro: forse un domani sostenibile é davvero possibile (dati alla mano), la vera scoperta é che noi in Europa siamo all'avanguardia.

Fabbricante di lacrime - Erin Doom

Bella atmosfera da favola per un ya veramente suggestivo, trama non proprio originale, anzi direi un grande classico della letteratura rosa, ma molto, molto ben scritta, con sentimenti forti descritti magnificamente, che riescono ad entrarti dentro e a farti sognare. Consigliato (oltre che alle adolescenti) anche per le "vecchie" fans di Candy Candy (come lo ero io). Forse un po' troppo prolisso in alcune parti, qualche taglio non ci sarebbe stato male.
Ps: non si tratta di un fantasy, come ho letto talvolta, non ci sono elementi o personaggi magici...solo molta poesia.

La casa delle luci - di Donato Carrisi

Thriller ben strutturato, come sono solitamente i romanzi di questo autore, con diversi colpi di scena. Particolarmente piacevoli le parti ambientate a Porto Ercole perché per noi della zona hanno proprio un sapore di "vero". Ovviamente deve piacere il genere e l'autore (non proprio il suo top, ad essere sinceri).

Tutti nella mia famiglia hanno ucciso qualcuno - Benjamin Stevenson

Decisamente un libro dalla spiccata personalità: molto originale e divertentissimo; basti pensare che nella seconda pagina vengono spudoratamente enumerate tutte le pagine ove avvengono delle uccisioni: questo crea una suspance incredibile in prossimità di quelle pagine e ti obbliga a tornare a pag 2 in continuazione per sapere quando ci sarà il prossimo omicidio... il tutto con un umorismo veramente impagabile.

L'enigma della camera 622 - Joël Dicker

Un giallo dalla struttura complessa, anche originale, pieno di salti nel tempo che talvolta ti fanno capire lo svolgimento degli avvenimenti, ma talvolta davvero disturbano. Purtroppo il tutto mi sa di superficialità e di finto, le emozioni e pure la storia d'amore sono descritti malissimo e non ti fanno affezionare ai personaggi, che rimangono campati in aria. Condivido l'opinione di chi me ne aveva parlato dicendo "non male, ma c'è di meglio".

Non aspettare la notte - di Valentina D'Urbano

Un po' sottotono rispetto ad altri di questa autrice, forse anche un po' scontato, ma comunque piacevole per chi ama il modo di scrivere della D'Urbano. Mi ha ricordato i protagonisti della "Solitudine dei numeri primi": due protagonisti con seri problemi che evidentemente sono fatti l'uno per l'altro, ma in versione molto più romance.

Io sono l'abisso - di Donato Carrisi

Inquietantissimo, la lettura lascia un senso di ansia e angoscia veramente a livelli esagerati (spesso avevo paura a riprenderlo in mano). Il punto di vista del mostro oltre a terrore suscita anche tanta pietà, bei colpi di scena, anche se sembra tutto chiaro sin dall'inizio. Un Carrisi veramente in forma.

Re: Canne al vento - Grazia Deledda

Sto concludendo la lettura di Canne al vento e condivido la recensione di Antonella Minacci. Il raccontare di Grazia Deledda è "appassionante" e per chi conosce anche un po' la Sardegna, pur essendo passato un secolo, le immagini vive, affrescate, dei suoi paesaggi sono davvero reali e, certi tratti dei personaggi, tipici nella loro caratterizzazione e allo stesso tempo universali nelle loro emozioni.

Canne al vento - Grazia Deledda

La storia, anche se ambientata in un altro secolo, prende, perché universale (in effetti é per questo che alcuni libri vengono definiti classici). La scrittura é piena, descrittiva in maniera spesso malinconica, ma si sente anche tanto amore per la propria terra. Bei personaggi, che mi hanno ricordato storie della mia nonna e di mio padre...personaggi vivi... che lasciano qualcosa, in effetti se ha preso il Nobel anche qualcun altro si era accorto che questa donna sapeva scrivere.

Restore me - Tahereh Mafi

La trama si può riassumere: governare un continente non è una passeggiata, condito con un classico bisticcio da innamorati (ovvio, visto che non si conoscono affatto). Peccato perché i personaggi erano belli e mi aspettavo decisamente di più. Completamente fuori luogo i pezzi di diario e poesie risalenti all'anno precedente, la maggior parte dei quali spudoratamente ricopiati da Shatter me che non c'entrano niente con la trama.

Imagine me - Tahereh Mafi

Finale senza grandi sorprese, trama un po' forzata e confusa, riemerge un po' dello stile particolare del primissimo volume in quanto abbiamo capito che all'autrice riesce bene descrivere la pazzia. Ma nel complesso una delusione.

Defy me - Tahereh Mafi

Purtroppo la trama é veramente inconsistente, metà del libro sono flashback della vita da bambini dei protagonisti (abbastanza noiosi), lo stile particolare che distingueva l'autrice é assolutamente sparito. Si salva solo il punto di vista di alcuni personaggi secondari. In questi casi mi viene sempre da pensare che questo seguito sia stato scritto da altri ...sulla scia del successo della prima trilogia

Shatter me - Tahereh Mafi

Veramente un ya appassionante. Lo stile, soprattutto nel primo volume é incredibile, delirante, pieno di immagini, metafore e sensazioni che ti fanno davvero sentire di essere dentro una persona mentalmente disturbata. Man mano che il personaggio cresce e si "normalizza" anche la scrittura cambia tono, pur mantenendo vivide metafore e similitudini piacevoli, ma ogni tanto anche troppo, infatti spesso rallentano eccessivamente il ritmo della narrazione che nel secondo e terzo libro é di pura avventura. La trama forse non é proprio originale perché é ovvio che all'inizio é proprio la storia di Rogue degli Xman, con tanto di Xavier con la sua accademia per ragazzi speciali... ma poi prosegue assolutamente per conto suo. Molto, molto romance, forse troppo per i miei gusti, ma sono giustappunto gusti personali, comunque la storia d'amore é credibile e ben costruita.