Attenzione: per tutto il periodo del trasloco la ricerca consentirà di trovare solo i libri disponibili al Maremà

 

Stai cercando un poeta o una poetessa in particolare?
Utilizza il box di ricerca sottostante, oppure passa a "Ricerca avanzata" e scopri se la Biblioteca possiede le opere di tuo interesse.

Ti interessa la poesia di una certa area linguistica?
Scegli la lingua cliccando nella tabella (troverai sia opere in lingua originale, sia in traduzione italiana, sia con il testo a fronte italiano/altra lingua)

Non sai da dove cominciare?
Scorri la lista dei volumi e utilizza i filtri a tua disposizione: nomi (autore/autrice), class (lingua ed epoca in cui è stata scritta l'opera), lingue (lingua della pubblicazione posseduta dalla biblioteca) .


ITALIANO

FRANCESE

GIAPPONESE

INGLESE

INGLESE AMERICANO

PORTOGHESE

SPAGNOLO

RUSSO

TEDESCO

CECO

CINESE

FINLANDESE

GRECO

POLACCO

SVEDESE

Trovati 146 documenti.

Suoni
0 0
Materiale linguistico moderno

Kandinskij, Vasilij Vasilʹevič - Kandinskij, Vasilij Vasilʹevič

Suoni : prose poetiche / Vasilij Kandiskij ; a cura di Nino Muzzi

Arcidosso : Effigi, 2023

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il cielo non è azzurro, l’erba non è verde, il sentiero di montagna non è bianco, bensì l’Azzurro del cielo, il Verde dell’erba, il Bianco del sentiero ci vengono incontro e quasi ci assalgono, quando leggiamo le Prose poetiche di Kandinskij. Scritte fra il 1908 e il 1913 queste prose poetiche furono edite a Monaco nel 1913 in una bella edizione di lusso: trecento copie numerate e firmate dall’autore. L’opera dovrebbe rappresentare una fusione fra Poesia, Musica e Pittura. In un’intervista del 1938 Kandinskij, parlando di Klànge disse che si trattava di un lavoro sintetico in quanto le 54 xilografie che “ornavano” (parole sue) questi Suoni erano creazioni indipendenti, uscite insieme dallo stesso impulso dell’anima

L'amore da vecchia
0 0
Materiale linguistico moderno

Lamarque, Vivian

L'amore da vecchia / Vivian Lamarque

Milano : Mondadori, 2022

Abstract: In questi nuovi versi, vivaci e freschissimi, quasi con ironia a dispetto del titolo che li presenta, Vivian Lamarque torna ai lettori con un'opera ricca di impressioni e memoria, di vicende e presagi, che si susseguono come nelle scene di un ampio, libero film. Sono poesie in cui l'autrice si affaccia alle immagini del sempre più frequente insorgere del ricordo e all'apparire anche di volti familiari, riuscendo comunque a conservare intatta la propria vitale attitudine ad aprirsi all'incanto e agli spunti più vari dell'immaginazione. Lamarque ragiona poeticamente sul «fascino discreto degli amori non corrisposti», sull'idea dell'amore «inventato», propone narrazioni, in un'ampia, sorprendente mitologia personale che chiama a raccolta il grande cinema e grandi poeti (da Orazio e Virgilio, con riferimenti a Pascoli e Saba, Penna e Caproni). Si esprime coinvolgendo una realtà animale e vegetale, o la città con i suoi riti anche quotidiani, e poi luoghi di mare, viaggi, ricognizioni sensibilissime in uno spazio/tempo autobiografico. Introduce, con il garbo che le è consueto, pensieri sul senso stesso e sulla natura della poesia in un percorso di consapevolezza nel cuore dell'esperienza. Ma è ben presente, in L'amore da vecchia, un generale senso di provvisorietà del vivere, che porta in sé la coscienza pervasiva del futuro, inevitabile nulla, del non esserci più, fino al momento del nostro «ultimo pensiero». E a tutto questo si aggiunge, nell'età dell'inverno, di cui l'autrice sente il progredire, l'attenzione al presente, con le sue nuove, impreviste minacce. Lamarque muove i suoi passi con una felice varietà di soluzioni espressive, passando da componimenti fittamente prosastici ad altri più sottilmente e sempre incisivamente scanditi, conservando gli accenti di raffinato tono colloquiale in cui si manifesta un lirico senso di pacata e umanissima saggezza.

Sogni di una notte berbera
0 0
Materiale linguistico moderno

Bouhlal, Siham - Bouhlal, Siham

Sogni di una notte berbera = Songes d'une nuit berbère / Siham Bouhlal ; traduzione e cura di Nino Muzzi

Arcidosso (GR) : Effigi, 2022

Abstract: Brevi ma intense poesie di una donna, prima che poeta, amante e combattente per i diritti civili nella sua terra, il Marocco. In queste poesie si canta l’amore per un uomo che fu per molti anni un importante personaggio politico del Marocco che nella prima parte della sua vita subì il carcere in quanto combattente per i diritti civili e uscito dal carcere nella “primavera araba”, collaborò con il cambiato regime del successore del sovrano alla Commissione per l’equità e la riconciliazione. Morì di un cancro allo stomaco nel 2007. Il suo corpo malato apre questa raccolta di poesie con accenti strazianti.

Fuoco e ghiaccio
0 0
Materiale linguistico moderno

Frost, Robert

Fuoco e ghiaccio : poesie / Robert Frost ; traduzione di Silvia Bre ; a cura di Ottavio Fatica

Milano : Adelphi, 2022

Abstract: «Come un pezzo di ghiaccio su una stufa rovente la poesia deve cavalcare il proprio scioglimento». Questa spiazzante formula di poetica racchiude i due estremi del fuoco e del ghiaccio, al centro della visione di Frost come di molti suoi versi - estremi inestricabilmente complementari, di quelli che fanno il tormento e la delizia di critici e lettori. «Ma il bello sta nel modo in cui lo dici» recita un suo verso. Così, dietro i grandi monologhi drammatici espressi in un parlato popolare, come dietro i sonetti e le altre composizioni formalmente ineccepibili da lui predilette - del verso libero diceva che era come «giocare a tennis senza rete» -, c'è sempre qualcos'altro. Qualcosa che ci turba, che ci mette in discussione, e non si lascia domare. Sarà per questo che le sue poesie, anche a leggerle cento volte, manterranno sempre la loro freschezza, continueranno a custodire il loro segreto. In questa vastissima scelta, tratta da tutta la sua produzione, il lettore avrà modo di incontrare il maggiore poeta americano del Novecento, diventato paradossalmente, come tutto ciò che lo riguarda, il più 'moderno', forse perché il più refrattario, ingannevole, e a modo suo audace, fra i grandi modernisti. Quello con cui bisogna ogni volta tornare a fare i conti.

Germania, una fiaba d'inverno
0 0
Materiale linguistico moderno

Heine, Heinrich <1797-1856>

Germania, una fiaba d'inverno / Heinrich Heine ; traduzione e cura di Nino Muzzi

Arcidosso (GR) : Effigi, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il poemetto Germania, una fiaba d'inverno, che qui viene presentato nella traduzione in versi di Nino Muzzi con testo tedesco a fronte, s'inscrive ancora per l'autore nel cerchio della speranza, la speranza rivoluzionaria che apre scenari fiabeschi e dà al Poeta la forza di Anteo, perché quell'odiata bandiera tedesca sventola su una terra amata dal Poeta, amata e rifuggita e di nuovo desiderata: E quando udii la lingua tedesca, ebbi una sensazione sorprendente; mi parve che il mio cuore si mettesse a sanguinare proprio allegramente.

Il nostro volto
0 0
Materiale linguistico moderno

Marcoaldi, Franco - Montanari, Tomaso <1971- >

Il nostro volto : cento ritratti italiani in immagini e versi / Franco Marcoaldi, Tomaso Montanari

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: L'identità italiana - fin dagli albori aperta, inclusiva, meticcia - non l'hanno certo stabilita i confini dello Stato tracciati nel 1861. Il nostro io ha una storia lunga secoli, che possiamo scorgere nelle quartine dei poeti e nelle pennellate degli artisti che da sempre ne hanno rivelato i tratti più luminosi e insieme i più oscuri. L'Italia di Cecco Angiolieri, che vorrebbe tenersi le donne giovani e leggiadre e lasciare quelle vecchie e laide agli altri; e quella di Ariosto, che invece langue, disposto persino forse a morire per un pio sospiro dell'amata. L'Italia del potere che si mostra sfacciato e ripugnante alla televisione, di Caproni; e quella assetata di giustizia e di amore, di Fabrizio De André. L'Italia della campagna dura ma piena di grazia cantata da Virgilio e quella protesa nella volontà morente di Giovanni Giudici, afflitta dal pessimismo dell'intelligenza che si fa strada tra il clangore imperiale di un fascismo che pare eterno. Ognuno di questi brani poetici si riflette nelle mille sfumature di un ritratto: dagli occhi sfatti di pianto che mostrano al mondo la lucida disperazione di Giordano Bruno, fino ai chiaroscuri arcani e seducenti di Ferdinando Scianna. Marcoaldi e Montanari ci conducono in un percorso attraverso i tanti volti delle italiane e degli italiani; un viaggio al cuore della nostra immagine esistenziale e sociale, in cui il passato, per usare le parole di Carlo Levi, riprende vita come animato dalla mano amica del tempo che lievemente si poggia sopra ogni cosa

Dans la rue
0 0
Materiale linguistico moderno

Bruant, Aristide <1851-1925>

Dans la rue / Aristide Bruant ; traduzione e cura di Nino Muzzi

Arcidosso (GR) : Effigi, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Le sue poesie cantate hanno ispirato generazioni di cantanti che si sono susseguite dopo la sua morte avvenuta nel 1925. Però, malgrado affondi per ben 25 anni nel “secolo breve”, Aristide Bruant resta un uomo dell’Ottocento e in particolare del periodo, ampiamente dilatato nell’immaginazione collettiva, che va sotto il nome di Belle Époque

Mentre Buddha sorride
0 0
Materiale linguistico moderno

Bukowski, Charles - Bukowski, Charles

Mentre Buddha sorride / Charles Bukowski ; traduzione di Simona Viciani

Milano : Guanda, 2021

Abstract: Lucido a costo di essere spietato, con lo sguardo cinico e disincantato di chi non ha nessuna intenzione di negare la bruttezza del mondo, e nemmeno la propria, Charles Bukowski ci accompagna lungo le strade dell' America dimenticata, fatta di poveri, di emarginati, di sconfitti dalla vita e di donne perdute. E negli ippodromi, ai banconi dei bar di infimo ordine, nelle squallide camere di motel che si possono trovare ancora queste persone: vere, commoventi, capaci di sentimenti sinceri. E quando la vita picchia duro e non si parte certo con i favori del pronostico, ci si rifugia nei soliti, cari, vecchi amici: una bottiglia di vino, un libro, della buona musica, i gatti e, soprattutto, la macchina da scrivere, una tipa tosta a cui si può confidare tutto e che può sopportare qualsiasi cosa, tranne la presunzione degli scrittori di successo.

A riveder le stelle
0 0
Materiale linguistico moderno

Cazzullo, Aldo - Cazzullo, Aldo

A riveder le stelle : Dante, il poeta che inventò l'Italia / Aldo Cazzullo

Milano : Mondadori, 2020

Abstract: Dante è il poeta che inventò l'Italia. Non ci ha dato soltanto una lingua; ci ha dato soprattutto un'idea di noi stessi e del nostro Paese: il «bel Paese» dove si dice «sì». Una terra unita dalla cultura e dalla bellezza, destinata a un ruolo universale: perché raccoglie l'eredità dell'Impero romano e del mondo classico; ed è la culla della cristianità e dell'umanesimo. L'Italia non nasce da una guerra o dalla diplomazia; nasce dai versi di Dante. Non solo. Dante è il poeta delle donne. È solo grazie alla donna - scrive - se la specie umana supera qualsiasi cosa contenuta nel cerchio della luna, vale a dire sulla Terra. La donna è il capolavoro di Dio, la meraviglia del creato; e Beatrice, la donna amata, per Dante è la meraviglia delle meraviglie. Sarà lei a condurlo alla salvezza. Ma il poeta ha parole straordinarie anche per le donne infelicemente innamorate, e per le vite spente dalla violenza degli uomini: come quella di Francesca da Rimini. Aldo Cazzullo ha scritto il romanzo della Divina Commedia. Ha ricostruito parola per parola il viaggio di Dante nell'Inferno. Gli incontri più noti, da Ulisse al conte Ugolino. E i tanti personaggi maledetti ma grandiosi che abbiamo dimenticato: la fierezza di Farinata degli Uberti, la bestialità di Vanni Fucci, la saggezza di Brunetto Latini, la malvagità di Filippo Argenti. Nello stesso tempo, Cazzullo racconta - con frequenti incursioni nella storia e nell'attualità - l'altro viaggio di Dante: quello in Italia. Nella Divina Commedia sono descritti il lago di Garda, Scilla e Cariddi, le terre perdute dell'Istria e della Dalmazia, l'Arsenale di Venezia, le acque di Mantova, la «fortunata terra di Puglia», la bellezza e gli scandali di Roma, Genova, Firenze e delle altre città toscane. Dante è severo con i compatrioti. Denuncia i politici corrotti, i Papi simoniaci, i banchieri ladri, gli usurai, e tutti coloro che antepongono l'interesse privato a quello pubblico. Ma nello stesso tempo esalta la nostra umanità e la nostra capacità di resistere e rinascere dopo le sventure, le guerre, le epidemie; sino a «riveder le stelle». Un libro sul più grande poeta nella storia dell'umanità, a settecento anni dalla sua morte, e sulla nascita della nostra identità nazionale; per essere consapevoli di chi siamo e di quanto valiamo

Antenata
0 0
Materiale linguistico moderno

Gualtieri, Mariangela

Antenata / Mariangela Gualtieri

[Nuova ed.]

Milano : Crocetti, 2020

Abstract: Mariangela Gualtieri ha dichiarato che la sua carriera di autrice di poesie nasce con i versi parlami che / io ascolto parlami che / mi metto seduta e ascolto: è l'incipit di Antenata, la raccolta d'esordio pubblicata da Crocetti nel 1992. Sono versi che risuonano come un'invocazione e una richiesta di scambio con il sacro e con le presenze invisibili del mondo, in un dialogo che è continuato negli anni, ininterrotto. In un tempo frantumato, da sempre l'autrice afferma la propria integrità di essere umano alla ricerca della comunione con le forze della natura, e ascolta e celebra tali forze, la loro saggezza arcaica.

Vita meravigliosa
0 0
Materiale linguistico moderno

Cavalli, Patrizia

Vita meravigliosa / Patrizia Cavalli

Torino : Einaudi, 2020

Abstract: Fosse vissuta sei o sette secoli fa, nelle terre umbre dov'è nata, Patrizia Cavalli sarebbe stata senz'altro una delle grandi mistiche di quel periodo. Le sue esatte visioni verbali avrebbero narrato i misteri più sensibili della divinità, e le sue estasi, i suoi terrori e le sue ebbrezze sarebbero stati registrati e trascritti con devozione dai fedeli amici intorno a lei. Nei nostri tempi, invece, Patrizia Cavalli si è proposta il compito, più arduo, di dare parola ai misteri profani di cui tutti facciamo esperienza: all'indicibile nostalgia di settembre, che ogni anno, regolarmente, ci trafigge; al pulsare frenetico della «nemica mente», quando insegue e controlla ogni lieve mutamento del corpo; alla felicità che scende, come rugiada dal cielo, se una certa luce pomeridiana si mostra all'improvviso. In ogni verso, il ragionare poetico di Patrizia Cavalli non cerca, ma trova. Il suo ardente, ostinato desiderio conoscitivo non chiede altro che arrendersi, infine, dinanzi allo stupore e all'evidenza dell'apparizione poetica. "Vita meravigliosa" rappresenta una summa della poesia di Patrizia Cavalli, attraverso le ossessioni ricorrenti, i temi e i molteplici registri stilistici che la caratterizzano. Insieme ai molti fulminei epigrammi, comici o filosofici (spesso le due cose insieme), compaiono i monologhi ipocondriaci, quasi teatrali, oltre alle tante poesie d'amore, non prive di ferocia descrittiva, e un breve poemetto, "Con Elsa in Paradiso", dove la promessa - o la minaccia? - della vita eterna apre al poeta la possibilità terrestre di «abolire, non dico la realtà / ma ogni traccia di verosimiglianza». Poco importa che il poeta dica sempre 'io': quell'io è talmente dilatato, talmente elastico da includere nella sua lingua ogni cosa, purché esista e viva.

L' infinito senza farci caso
0 0
Materiale linguistico moderno

Arminio, Franco

L' infinito senza farci caso : [poesie d'amore] / Franco Arminio

6. ed

Firenze : Giunti ; Milano : Bompiani, 2020

Abstract: "Io non so che cosa sia l'amore. So cosa sono le intimità provvisorie. Non pensate a godimenti fuggitivi, a divagazioni non matrimoniali. Solo una visione vecchia di noi stessi e degli altri ci può far pensare all'amore come a una cosa che prima non c'è e poi compare e poi finisce. A me sembra che ci sono parti di noi che sono sempre in amore e altre che sono in fuga, sepolte e irraggiungibili. Ogni incontro bello, ogni intimità attinge a un giacimento mitico e poetico del quale dobbiamo smettere di aver paura. L'amore è una dimensione intimamente locale, si svolge sempre in un luogo ed è inedito ogni suo gesto. Il luogo dell'amore è il corpo. Corpo che diventa foglia, albero, paesaggio. Corpo che fa ombra e fa luce, corpo assoluto e cordiale, per un'ora o per mezzo secolo. Riconoscere questa specificità dell'amore è una forma di resistenza alla globalizzazione delle emozioni, alla dispersione dell'intensità. Il corpo amoroso ci richiama alla vita da vicino, al suo sapore locale, preciso." Le poesie di Franco Arminio sono il resoconto quieto e febbrile di un cammino umanissimo eppure percorso dall'anelito a qualcosa di più grande. La parola poetica diventa rivelazione di una scintilla divina tra le nostre mani e canta un amore che forse non ci salva, ma senza il quale saremmo soli in balia del tempo che scorre

Poeti di oggi
0 0
Materiale linguistico moderno

Poeti di oggi / traduzione e cura di Nino Muzzi

Arcidosso : Effigi, 2019

Abstract: Dove si è rifugiata la Poesia? Un po' dappertutto, verrebbe da dire, fuorché nelle librerie, dove lo scaffale a lei dedicato si fa sempre più stretto. La Poesia però esiste, ed è ben viva. Basta navigare su Internet, la sua nuova patria. Lì troviamo di tutto, sparso, frantumato, asservito a un qualche umile scopo come gli auguri di compleanno o incastonato nell'immagine di una pubblicità. E talvolta per questi umili scopi la Poesia si veste ancora di antichi paramenti come il verso e la rima, tanto per farsi riconoscere, per presentarsi al lettore o allo spettatore come vestita di decoro, mentre spesso la rima e il verso risultano essere abiti disadatti al contenuto, e non gli fanno un buon servizio.

Il volo dell'unicorno
0 0
Materiale linguistico moderno

Cipriani, Elena

Il volo dell'unicorno / Elena Cipriani Mazzantini

Arcidosso (GR) : Effigi, 2020

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
The sun and her flowers
0 0
Materiale linguistico moderno

Kaur, Rupi

The sun and her flowers / Rupi Kaur ; traduzione di Alessandro Storti

Milano : Tre60, 2018

Abstract: «The sun and her flowers» è una raccolta di poesie di dolore, abbandono, celebrazione delle radici, amore e legittimazione di sé. È divisa in cinque capitoli: l'appassire, il cadere, il radicare, il crescere, il fiorire.

Desiderio di cose leggere
0 0
Materiale linguistico moderno

Pozzi, Antonia <1912-1938>

Desiderio di cose leggere : poesie per giovani innamorati / Antonia Pozzi ; a cura di Elisabetta Vergani ; prefazione di Eugenio Borgna

Milano : Salani, 2018

Abstract: Antonia Pozzi ha lasciato più di trecento composizioni, mai pubblicate in vita. Le sue poesie rinascono 'luminose e temerarie' da questa nuova antologia che, a ottant'anni dalla sua morte, aggiunge un prezioso tassello nel cammino della sua riscoperta. Percorrendo il meglio della sua produzione poetica sin dai primi componimenti adolescenziali, questo libro racconta la storia di un'«anima palpitante, ridente, nostalgica e appassionata», come lei stessa si definì.

Il suono dell'ombra
0 0
Materiale linguistico moderno

Merini, Alda

Il suono dell'ombra : poesie e prose 1953-2009 / Alda Merini ; a cura di Ambrogio Borsani

Milano : Mondadori, 2018

Abstract: L'antologia raccoglie tutti gli scritti in poesia e in prosa, dai capolavori più conosciuti alle pagine dimenticate. Un ampio saggio critico e biografico di Ambrogio Borsani, accreditato studioso della poetessa, contribuisce a rettificare le tante inesattezze diffuse sul personaggio Merini. Per la prima volta le raccolte poetiche degli inizi sono riproposte per intero: La presenza di Orfeo, Nozze Romane, Paura di Dio... Il volume comprende anche notissimi e più recenti titoli come Vuoto d'amore, Superba è la notte e l'ultimo lavoro, Il Carnevale della Croce, insieme ad altre rarità: una breve raccolta risalente al 1982, stampata nel 2009 in soli trentacinque esemplari, di versi in dialetto napoletano per il secondo marito, Michele Pierri. Accanto alle prose autobiografiche L'altra verità e Lettere al dottor C, che testimoniano la straziante discesa agli inferi del manicomio, vengono riproposti integralmente i suoi racconti, da II ladro Giuseppe alle suonate liriche di Delirio amoroso a II tormento delle figure. Una sezione di aforismi, fulminanti e divertentissimi, documenta un'attività quasi ventennale. Il volume comprende inoltre una decina di poesie inedite davvero significative

Arcadia
0 0
Materiale linguistico moderno

Benelli, Francesco <1927->

Arcadia : la mia Maremma / Francesco Benelli ; a cura di Luisella Fantoni

Grosseto : Innocenti, 2018

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Questa raccolta di poesie accompagnata da fotografie del poeta estemporaneo Francesco Benelli descrive la Maremma vista cogli occhi di un uomo che ha vissuto a cavallo di due secoli e dai quali ha tratto ispirazione..

Sui passi di Mario Luzi
0 0
Materiale linguistico moderno

Modesti, Maria

Sui passi di Mario Luzi / Maria Modesti

Arcidosso (GR) : Effigi, 2018

Abstract: Questo libro è in perfetto equilibrio tra il ‘sé’ e il ‘noi’ ed ha la capacità di farci capire come nella vita di un poeta è necessario riconoscere l’importanza di ciò che non ha finzione. Maria ci riporta i momenti vissuti come fossero in tempo reale, merito questo della passione che in lei sale, quel pathos che non ha tempo e che avvolge e travolge un corpo immerso nell’anima

Forsennatamente Mr Foscolo
0 0
Materiale linguistico moderno

Guarnieri, Luigi <1962- >

Forsennatamente Mr Foscolo : [romanzo] / Luigi Guarnieri

Milano : La nave di Teseo, 2018

Abstract: Un viaggio letterario, appassionato e avventuroso, nella vita turbolenta di Ugo Foscolo. A partire dagli ultimi difficili anni in Inghilterra, dove il poeta approda nel 1816 dopo il volontario esilio in Svizzera. Tra i pochi splendori e le molte miserie della vita londinese, le spese scriteriate e i soggiorni in prigione, la strenua difesa della dignità di scrittore e le battaglie con gli editori, ripercorriamo le passioni di una vita vissuta forsennatamente. Il grande amore per Quirina e il matrimonio sfumato con Caroline, la stesura dell'Ortis e dei Sepolcri, Byron e Mazzini, l'apparizione della figlia Floriana e la subdola malattia che lo porterà alla morte: furori, disperazioni, spropositi e follie nel ritratto incandescente di un uomo tormentato e fatale, abitato da grandi passioni e destinato a generarne altrettante, fieramente avverso al mondo e dal mondo perciò ripagato con la stessa moneta. Un romanzo sulla vita sfrenata di uno degli autori più amati, e meno conosciuti, della nostra letteratura, inquieto e dannato come un eroe dei nostri tempi.